• info@viacolventomarsala.it
  • 0923 951224 - 0923.715846 - 388.4079295

Marsala è il comune più grande della provincia di Trapani sia per numero di abitanti che per estensione del suo territorio. È nota per la produzione del vino omonimo e per lo sbarco di Garibaldi. Ma non è solo questo: Marsala è molto di più!

La sua posizione favorevole vi permette di visitare facilmente non solo il suo vasto territorio, ma anche le altre bellezze che la provincia Trapanese custodisce (le Isole Egadi, San Vito Lo Capo, la Riserva Naturale dello Zingaro, Segesta, Selinunte, Erice…).

IL CENTRO STORICO, IL CUORE DELLA CITTA’. Marsala deve il suo nome agli arabi ( Marsa-Allah porto di Dio), ma il nome originario era Lilybeo, un quadrilatero attorno al quale si trovavano le mura in difesa della città con le quattro porte: Porta Garibaldi ( Portamare), Porta Nuova, Porta Mazara (distrutta durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale) e Porticella ( non più visibile ).
Da lì potete iniziare il percorso per la visita del Centro Storico, interamente isola pedonale, per scoprire le innumerevoli bellezze di Marsala: il Duomo dedicato al Vescovo di Canterbury, vicino il quale trovate il museo degli Arazzi fiamminghi, curato dalla Chiesa locale; la bellissima piazzetta Purgatorio con la fontana barocca e la chiesa del Purgatorio; Piazza dell’Addolorata, dove trovate la sede del Comune: uno splendido palazzo spagnolo e il mercato, che la sera si trasforma in un punto di ritrovo grazie ai numerosi locali presenti. Nella Piazza del Carmine si trova la sede della Pinacoteca Comunale, dove tutto l’anno vengono organizzate interessanti mostre e all’interno del quale troverete uno splendido chiostro del XIII secolo. Assolutamente da visitare inoltre il Complesso Monumentale di San Pietro, il polmone culturale della città che sorge sul cinquecentesco Monastero delle suore Benedettine.

TEATRO COMUNALE Il Regio Teatro San Francesco, una vera e propria “bomboniera” . La data dell’ 11 Maggio sembra ricorrere più volte nella storia di Marsala, data che richiama anche al primo documento ufficiale relativo alla nascita del Teatro della città: 11 maggio 1807; Il teatro funzionò regolarmente fino al 1824. I lavori di restauro furono ripresi nei primi anni 80. Il teatro comunale, riaperto nel novembre 1994, con un concerto di Andrea Bocelli, e’ ora intitolato al maestro Eliodoro Sollima. Ospita quasi trecento posti a sedere, tre ordini di palchi, platea e loggione.

AREA ARCHEOLOGICA DI CAPO BOEO Le origini di Marsala risalgono ai primi due secoli dell’età imperiale romana e al III secolo d.C. periodo in cui fu costituita la Colonia Helvia Augusta Lilybitanorum. Da allora miracolosamente è stata preservata una intera zona che adesso rappresenta il parco archeologico della città. Parte del Parco è il Baglio Anselmi , oggi sede del Museo Archeologico Regionale ma fino al secolo scorso era utilizzato come Stabilimento vinicolo. Nel 1986 fu scelto per l’esposizione e la conservazione del relitto della nave punica e dei numerosi reperti archeologici datati II e I secolo a.C. fino al I d.C., e di una straordinaria collezione di anfore che indicano la fiorente attività commerciale in questo mare.

 IPOGEO CRISPIA SALVIA Se chiedete in città di Crispia Salvia, nel migliore dei casi vi direbbero: Crispa chi? E invece è uno dei posti al tempo stesso più sconosciuti e più belli della città. Per la verità i cittadini hanno poche colpe, per vedere l’Ipogeo di Crispia Salvia dovete armarvi di tutta la pazienza di questo mondo, ma se siete appassionati di archeologia resterete incantati.  Se volete andarci si può visitare solo su prenotazione telefonando al numero 0923 952535; se non avete tempo vi proponiamo un tour virtuale.

TRA LE SPIAGGE PIU’ BELLE DELLA SICILIA. Se siete a Marsala tra il mese di maggio e quello di ottobre non potete perdervi un tuffo nel versante sud tra le spiagge più belle della Sicilia. Ad un paio di chilometri dalla città si trovano i “lidi” facilmente raggiungibili: niente da invidiare alle spiagge tropicali,  sabbia bianca e mare colore verde, uno spettacolo! La posizione geografica della città di Marsala la rende un luogo molto ventoso, tanto che da diversi anni il litorale nord di Marsala, quello che comprende lo stagnone, è diventato il luogo d’incontro per eccellenza degli amanti del kite surf: sono tantissimi gli sportivi provenienti da ogni parte del mondo che visitano Marsala per esercitare questo sport sfruttando al meglio il vento e le onde. Di conseguenza sono sorte diverse scuole di vela, Kite Surf, Wind Surf e in generale di tutti gli sport acquatici, proprio sul litorale nord della città.

IL TRAMONTO SULLO STAGNONE. “Il più bel tramonto del mondo” chissà quante volte avrete sentito pubblicizzare una location con questo slogan, ma è quello che direte dopo aver visto il tramonto sullo Stagnone! Tramonti tra i più romantici sono quelli su cui si stagliano i mulini a vento e le vasche della Via del Sale. La costa Nord di Marsala in alcuni tratti assume contorni fantastici che disarmano l’anima per le forti emozioni che suscitano. Passeggiando è possibile osservare il volo dei tanti uccelli migratori che trovano casa in questo territorio e  dove, come in un meraviglioso palcoscenico , si mostrano ai nostri occhi sia la misteriosa isola di Mothia, che i mulini a vento e le saline con i monticelli di sale. Lo spettacolo è ancora più suggestivo in estate, al momento della raccolta, quando le tinte rosate dell’acqua nelle varie vasche si intensificano e le vasche più interne, ormai prosciugate, brillano al sole.
Stagnone

MOZIA E IL GIOVINETTO IN TUNICA.Mozia era la città fenicia situata nell’odierna isola di S. Pantaleo, facilmente raggiungibile da Marsala ( a 6 km circa dal centro città trovate il pontile da cui partono ogni dieci minuti le imbarcazioni che vi portano sull’Isola).  A Mozia di interessante ci sono i resti urbanistici della vecchia città (cinta muraria; bacino portuale; santuario detto di Cappiddazzu). Ma l’attrazione principale della splendida isola di Mozia è la statua marmorea di un giovane, comunemente nota come il “Giovinetto di Mozia”, una statua unica nel suo genere, che ha girato i più prestigiosi musei del mondo, in ultimo il Britsh Museum di Londra. Oggi è finalmente ritornata e non dovete assolutamente perderla!

VISITA AGLI STORICI STABILIMENTI VINICOLI Marsala è nota per la produzione del vino omonimo, gli Inglesi lo ritennero migliore del Porto e del Madeira e iniziarono a commercializzarlo in tutto il mondo, decretandone il successo. Nel 1833 l’imprenditore Vincenzo Florio acquista un terreno in un tratto di spiaggia situato fra i bagli di Ingham-Whitaker e di Woodhouse, e vi fa costruire uno stabilimento per la produzione di vino Marsala. Nel visitare le Cantine Florio sembra quasi che il tempo si sia fermato nell’800: le botti di rovere, i grandi magazzini, il museo con gli attrezzi dell’epoca e l’immancabile degustazione vi lasceranno una sensazione indimenticabile.

I PIATTI TIPICI DI MARSALA Nei ristoranti trovate i classici piatti della tradizione locale, a partire dal Cuscusu di pesce, dalla pasta coi ricci di mare alla pasta al forno. Ma ci sono delle pietanze che non dovete assolutamente perdervi: il panino con le panelle, il pane cunzato, la rianata, e le arancine ( in provincia di Trapani si pronunciano al femminile) per il salato; la brioscia con il gelato, la granita di limone e la cassata siciliana per il dolce.